In ricordo di Sergio Garattoni

Da Fecchio Giancarlo - Ultimo Aggiornamento: sabato, dicembre 29, 2012 - Salva & Condividi

Bollate, 20 luglio 2011

scristoforo
In ricordo di Sergio Garattoni

In occasione del 30esimo anniversario della fondazione del Centro di Coordinamento Solidarietà di Bollate, avevamo inviato una lettera poi pubblicata sull’opuscolo commemorativo, appunto del CPS. Riproponiamo qui di seguito in parte il nostro pensiero in memoria di Sergio Garattoni a cinque anni dalla sua morte.
L´inizio della storia degli Amici di Castellazzo risale ad una sera di primavera del 1996, probabilmente era il mese di aprile, quando diverse Associazioni del Volontariato Bollatese e singoli cittadini si ritrovarono presso la sede del CPS, in via Leonardo da Vinci.
L´argomento di discussione era la tutela sociale ed ambientale del borgo di Castellazzo; si concordò sin dall´inizio che la conservazione di questo luogo antico e la difesa dei suoi abitanti avrebbe respinto ogni ipotesi di compromesso immobiliare nel Parco delle Groane ma anche fuori parco o ai
margini dei suoi confini.
Dicevamo e diciamo neanche un mattone deve alterare l´equilibrio antico e la bellezza di questo luogo. Castellazzo è un Borgo Agricolo e così deve rimanere per conservare e tramandare la sua tradizione culturale.
Fu Sergio Garattoni a suggerire il nome da dare alla nostra associazione e negli anni la sua presenza ed il suo contributo furono fondamentali, si potrebbe dire come per le Cattedrali Gotiche, che è la pietra angolare degli Amici di Castellazzo.
Ricordiamo anche con piacere la sua trasmissione radiofonica ” la speranza della gente” a Radio Città Bollate che sostenne ininterrottamente per molti anni le nostre iniziative volte come dicevamo alla conservazione dell´identità storica di Castellazzo.
Di Sergio Garattoni ricordiamo anche una sua frase ” Castellazzo è un´opera d´arte, è come una tela del cinquecento, si può pensare di strappare una parte della tela per conservarne la parte rimanente?” . La risposta di buon senso da dare ci pare ovvia e noi continueremo a darla
opponendoci ad ogni ipotesi di speculazione edilizia su Castellazzo e dintorni, nel Parco delle Groane ed anche fuori dai suoi confini.

Caro Sergio, noi tutti ti ricordiamo con affetto.

I tuoi Amici di Castellazzo.

Scrivi un commento

Devi essere loggato login per commentare!